Se sei un utente abbonato alla rivista online inserisci qui il tuo nome utente e la tua password di accesso:


username:
password:



27/10/2016
ACCP PEDIGREE


12/07/2015
ALL AMERICAN DOG – WORLD CHAMPION 2015


21/11/2011
A proposito di mastiff

Eccomi qui, dopo una non brevissima pausa di silenzio, a presentarvi un altro interessante libro di cinofilia alternativa: “The Mastiffs, the big game hunters” del colonnello David Hancock (ultima ed. 2005). Si tratta di un testo molto ricco ed estremamente esauriente, corredato da un’imponente iconografia per buona parte inedita.

In questo articolo Mauro Salvador presenta ancora un volume di cinofilia alternativa, "The Mastiffs, the big game hunter" di David Hancock.
Non solo una critica aperta nei confronti dell'indirizzo selettivo dominante (specie nel mastiff, bullmastiff e bulldog), cioè l'ipertipicità morfologica, ma anche un'occasione per rivedere e riflettere sulle origini del bulldog.

Eccomi qui, dopo una non brevissima pausa di silenzio, a presentarvi un altro interessante libro di cinofilia alternativa: “The Mastiffs, the big game hunters” del colonnello David Hancock (ultima ed. 2005).
Si tratta di un testo molto ricco ed estremamente esauriente, corredato da un’imponente iconografia per buona parte inedita.
L’autore è un esperto inglese di mastiff, bullmastiff, bulldog e staffy bull il quale, come me, critica apertamente e senza mezzi termini l’indirizzo selettivo dominante specie delle prime tre razze, pesantemente orientato verso l’ipertipicità morfologica.
Non a caso, già nell’introduzione, vengono confrontati due modelli di testa molto difformi entrambi riguardanti il bulldog: il primo è quello secondo l’autore (e anche secondo me) scorretto del moderno show-bulldog brachicefalo; il secondo quello del meno esasperato real bulldog allevato in Canada da Lolly Wilkinson (che è una via di mezzo tra quello dello staffy bull e del boxer attuali).
Anche il colonnello Hancock è dell’avviso che gran parte della storiografia cinologica sia in realtà frutto di deliberata mistificazione o di travisamento fortuito della realtà.
Per esempio, per quanto concerne l’origine dei molossoidi e l’uso improprio di tale termine (molossus) l’autore riprende le tesi dell’americano Jan Libourel (da me citato in vari articoli) secondo il quale il “molosso romano” non aveva niente a che fare morfologicamente coi mastini moderni (massicci e a testa brachicefala) ma era piuttosto affine ai nostri attuali segugi (scient hounds) oppure a certe linee che si avvicinavano ai pastori molosso-lupoidi oggi conosciuti come Caucaso, Charplaninaz, Asia centrale, ecc.
Secondo lui, nemmeno i pugnaces britannici importati dall’omonima isola da un “fantomatico Procurator Cynegii” erano dei mastini o dei bulldog del tipo di quelli attuali, ma piuttosto erano assimilabili all’Irish wolfhoud seppur di taglia più ridotta.
La quasi totale mancanza di raffigurazioni e sculture di cani mastinoidi nel periodo imperiale romano avvalorerebbe, secondo lui, questa tesi eterodossa.



... prosegui la lettura nella rivista








10/01/2020
DEPOSITO DNA E TEST DNA_MODULI da scaricare per veterinario
A cosa serve e cosa si deve fare. L'esame completo del DNA è una diagnosi di parentela, ovvero serve esclusivamente a determinare con certezza, paternità e maternità del cucciolo. Non serve a determinare linee di sangue, la razza del cane o l'eventuale presenza di difetti genetici nei cuccioli. ACCP, dal 1 gennaio 2014, richiede il deposito biologico (sangue) di padre e madre impiegati nell'accoppiamento. Tale prelievo verrà conservato in laboratorio per 10 anni e sarà disponibile per eventuali richieste di verifiche in caso di dubbio sulla paternità o maternità del cucciolo acquistato. Il prelievo dovrà essere effettuato da un medico veterinario che dovrà contestualmente verificare il microchip e compilare il modulo che troverete a fondo pagina. Il sangue dovrà essere posto in apposita provetta e protetto dall'anticoagulante di nome EDTA. Un secondo modulo riporterà tutti i dati del cane e del proprietario che dovrà compilarlo per l'occasione. Il tutto dovrà essere spedito a: ACCP, via Pier Roncarolo, 1 - 13010 Stroppiana (VC). Si dovrà allegare copia dell'avvenuto pagamento di 25,00 € per ogni soggetto (totale 50,00 €) con comunicazione su: info@canidapresa.com, allegando la copia del versamento effettuato alle seguenti coordinate bancarie: IT60A0200801060000040597724 KALEIDOS srl. Riassumendo i costi per l'esame del DNA sono: 1) esame DNA completo (test dna), € 75,00 2) deposito campione biologico singolo, 28,00 € 3) deposito coppia per accoppiamento e cucciolata (25,00 € per soggetto) totale 50,00 €. 4) l'anticoagulante richiesto è l'EDTA. A piede della pagina potrete scaricare i due moduli (quello che dovrà nell'occasione essere compilato dal medico veterinario che eseguirà il prelievo e quello per voi).

04/12/2019
CAMPAGNA TESSERAMENTO 2020
Dal 2018 ”ACCP Cani da Presa” ha stabilito come scadenza unica per il rinnovo delle Tessere Socio la data del 31 dicembre di ogni anno. Il 31/12/2019 scade la Tessera.

25/11/2019
BLACK FRIDAY ACCP 2019
Anche in casa ACCP Cani da Presa è BLACK FRIDAY! Da lunedì 25 novembre a domenica 1 dicembre su tutti gli acquisti NON verranno calcolate le SPESE DI SPEDIZIONE € 4,50 RACCOMANDATA PIEGO DI LIBRI. Noi spediremo sempre con raccomandata in modo che il pacco sia rintracciabile ma, la spedizione, NON VE LO FAREMO PAGARE! Approfittatene per iniziare a fare i regali di Natale! Per voi la scelta tra tutte le nostre pubblicazioni - libri, riviste - e le eleganti polo col logo ACCP




16/01/2020
CALENDARIO MANIFESTAZIONI ACCP 2020
Calendario ufficiale ACCP show 2020. N.B. nel corso dell'anno il calendario potrebbe subire qualche modifica.
KALEIDOS srl info@canidapresa.com Tel. 0161.478283 P.IVA 09372180019 N. REA: To - 1046522 Capitale sociale: euro 10.000 i.v.