Se sei un utente abbonato alla rivista online inserisci qui il tuo nome utente e la tua password di accesso:


username:
password:



27/10/2016
ACCP PEDIGREE


12/07/2015
ALL AMERICAN DOG – WORLD CHAMPION 2015


13/07/2010
Appunti sul molosso. Preistoria di Guaglione

Guaglione andò così a vivere in uno dei mille vicoletti della Pigna Secca, in una casa che dava su d’un cortile, una casa composta d’una sola stanza e nella quale vivevano il padrone, la moglie, quattro o cinque figli, parecchi gatti e gattini, una volpina con i suoi cuccioli, alcune galline ed un agnello, giacchè si era vicini a Pasqua.

Appunti sul molosso
Preistoria di Guaglione


La vita di Guaglione sta ai margini tra la preistoria e la storia della razza. Egli è come il fondatore di taluni antichi imperi, quei fondatori le cui origini sono avvolte in narrazioni favolose. Simile a Romolo e a Mosè, non si sa bene chi ne fu il padre e chi la madre. Nel corso delle mie ricerche mi fu presentata una mastina decrepita e si pretese che fosse la genitrice del Campione, ma era evidente che lo affermava andava mentendo, nella speranza ch’io comprassi quel vecchio rudere. Quanto al padre, mi sono stati riferiti dieci nomi, tutti inesatti.
I fatti stabiliti sono pochi: sembra indiscutibile che Guaglione sia nato nel 1944, forse nel mese di marzo; è certo che, ancora molto giovane (ma non proprio cucciolo), divenne proprietà d’un salumiere; è sicuro che questo salumiere lo vendette a tale Carmine Puolo, di mestiere scambista tranviario. Eravamo nell’anno 1945, alle soglie del 1946.
Con Puolo, il nostro eroe va verso la storia. Carmine Puolo, abitante nel rione napoletano della Pigna Secca, veniva chiamato il “re della Pigna Secca”, per una certa sua aria regale ed una sua magniloquenza partenopea. Grande amatore di mastini, trafficante di cani e di cagnetti, era conoscitore avveduto e fin dalla sua prima gioventù era solito avere “il miglior cane da presa di Napoli”. Fu il primo che si rese conto dell’eccezionale bellezza, della straordinaria possanza di Guaglione. Vendette il mastino che aveva e lo comprò. Si vuole che lo pagasse trentamila lire, somma iperbolica in quell’epoca e in quel mondo napoletano , mondo popolaresco d’amatori di mastini, mondo povero, sovente poverissimo, gente che vivacchia e che s’arrangia.
Guaglione andò così a vivere in uno dei mille vicoletti della Pigna Secca, in una casa che dava su d’un cortile, una casa composta d’una sola stanza e nella quale vivevano il padrone, la moglie, quattro o cinque figli, parecchi gatti e gattini, una volpina con i suoi cuccioli, alcune galline ed un agnello, giacchè si era vicini a Pasqua. L’enorme Guaglione fu legato vicino ad un muro della stanza con una corda bastevole per reggere un toro. In quel mondo ristretto, ma colorato, festoso, vociante, talora piangente ma sempre spontaneo, movimentato, Guaglione visse cinque anni fino a che, quando era ormai baciato dalla gloria, andai a riscattarlo.

Piero Scanziani
(dalla rivista "Cani", febbraio 1951)
Rubrica "L'angolo del mastino" - Canidapresa Magazine n° 1/2006
a cura di Carlo Pascali


  download Guaglione-serio.jpg 39 kb






22/10/2020
REGOLAMENTO GARE ACCP 2020_allegato .pdf
Il presente REGOLAMENTO GARE ACCP, valido da gennaio 2020, è stato regolarmente pubblicato sull’Organo di Stampa Ufficiale di ACCP – Canidapresa, nel caso specifico il n.1/2020 della rivista Canidapresa.Magazine. "L'emergenza Covid ha provocato una sospensione degli show per oltre 5 mesi, penalizzando soprattutto gli aspiranti al titolo di ACCP Promising. Pertanto quest'anno, in via eccezionale, saranno ritenuti validi ai fini del conseguimento del titolo di ACCP Promising i punti conseguiti fino all'età di 16 mesi." In allegato il .pdf da stampare.

24/09/2020
AMERICAN BULLY: perché registrarli in ACCP
AMERICAN BULLY: PERCHE’ REGISTRARLI IN ACCP L’Associazione Culturale Cani da Presa è stata fondata nel 1996. E’ l’Associazione italiana con un registro specifico per le razze da presa non riconosciute dall’FCI che vanta più anni di storia e il maggior numero di iscritti. ACCP, che ha iniziato a effettuare test del DNA e diagnosi di parentela nel 2004, DAL 2014 RICHIEDE OBBLIGATORIAMENTE, PER CHIUNQUE VOGLIA REGISTRARE UNA CUCCIOLATA, IL DEPOSITO DEL DNA DI ENTRAMBI I GENITORI. Il deposito del DNA dei riproduttori rappresenta una fondamentale garanzia di veridicità del pedigree. Non solo, tutti i soggetti che conseguono un titolo in ACCP, hanno l’obbligo di effettuare un test completo del DNA, con eventuale diagnosi di parentela. I pedigree ACCP, che riportano sei generazioni, indicano oltre al deposito o al test DNA, anche gli eventuali esami a cui il cane è stato sottoposto (displasia, ecocardio, atassia, ecc.) e i titoli conseguiti nei tre circuiti finora più significativi per la razza (ABKC, EBKC, IBKC). E’ possibile convertire in ACCP il pedigree del vostro american bully dai seguenti registri: ABKC, EBKC, IBKC. ACCP, da sempre attenta alla salute e al benessere animale, non accetta iscrizioni di american bully exotic. Chi fosse interessato può scrivere a info@canidapresa.com oppure chiamare il numero 334.1646083.

11/06/2020
Corso di HANDLING con Richard Hellman





16/01/2020
CALENDARIO MANIFESTAZIONI ACCP 2020
Calendario ufficiale ACCP show 2020. N.B. nel corso dell'anno il calendario potrebbe subire qualche modifica.
KALEIDOS srl info@canidapresa.com Tel. 0161.478283 P.IVA 09372180019 N. REA: To - 1046522 Capitale sociale: euro 10.000 i.v.