Se sei un utente abbonato alla rivista online inserisci qui il tuo nome utente e la tua password di accesso:


username:
password:



27/10/2016
ACCP PEDIGREE


12/07/2015
ALL AMERICAN DOG – WORLD CHAMPION 2015


03/01/2014
Codice Etico per gli Allevatori ACCP

L’allevamento e la selezione del cane sono associati a responsabilità di tipo etico che richiedono una gestione seria e onesta. Pertanto è fatto obbligo agli allevatori iscritti al Registro Allevatori ACCP di rispettare il seguente regolamento.

CODICE ETICO DELL’ALLEVATORE ACCP

Premessa
L’allevamento e la selezione del cane sono associati a responsabilità di tipo etico che richiedono una gestione seria e onesta. Pertanto è fatto obbligo agli allevatori iscritti al Registro Allevatori ACCP di rispettare il seguente regolamento.

Condizioni di allevamento
Mantenere i propri cani nelle migliori condizioni di benessere e salute, con adeguate cure, pulizia, igiene, esercizio fisico e contatto con le persone.
Rispettare la normativa vigente sul benessere degli animali (e quindi non fare uso di sostanze dopanti).

Selezione
Impegnarsi ad approfondire le conoscenze sulla razza, sul suo standard morfologico, sulle problematiche sanitarie e sulle caratteristiche comportamentali e funzionali, in modo da interpretare correttamente gli obiettivi di selezione.
Selezionare con l’obiettivo di migliorare la qualità della razza, secondo quanto previsto dallo standard.
Non agire come prestanome per la registrazione di cucciolate.
Osservare la normativa e i regolamenti ACCP.
Far riprodurre solo i cani in possesso di pedigree ACCP o di associazioni riconosciute dalla stessa.
Non vendere cani privi di pedigree ACCP.
Far riprodurre cani sani, cioè privi di malattie manifeste o impedimenti a una corretta funzionalità o portatori di patologie ereditarie rilevate.
Rendere accessibili gli esiti diagnostici di patologie ereditarie prima dell’accoppiamento, ai proprietari dello stallone o della fattrice del quale o a favore del quale viene richiesta la prestazione di monta.
Non accoppiare femmine troppo giovani, non prima del secondo calore, o troppo anziane (limite massimo sette anni).*
Rilevare e registrare in modo accurato i dati di allevamento.

Riproduzione
Nell’allevamento impiegare solo soggetti che possano riprodursi in modo naturale. Evitare l’impiego di inseminazione artificiale per quei soggetti non in grado di accoppiarsi naturalmente.
Evitare di far riprodurre cani con reazioni comportamentali deviate come paura esagerata o aggressività.
E’ opportuno che una femmina, a salvaguardia del suo benessere, non abbia più di cinque cucciolate nella sua vita.

                                             
                                            Firma..............................................................1/2





Pubblicità e commercio

Non essere dedito ad abituale commercio di cani da lui non allevati.
Fornire informazioni veritiere e complete sui cani del proprio allevamento.
Fare pubblicità del proprio allevamento e dei propri cani in modo onesto e veritiero.
Non offrire cani a vendite per corrispondenza o come premio in competizioni o lotterie.
Non consegnare cuccioli privi di microchip, libretto sanitario e prima dei 60 giorni di vita.
Si invitano gli allevatori a consegnare i cuccioli presso il proprio allevamento o presso l’abitazione dell’acquirente. Sono sconsigliati luoghi quali giardini pubblici, caselli autostradali, aree autogrill, piazze, strade, ecc. E’ tassativamente proibita la consegna del cucciolo in occasione degli show e/o nell’area dedicata agli stessi.
Assicurarsi che l’acquirente si renda conto della responsabilità di detenere un cane da presa e sia conscio delle caratteristiche morfologiche e comportamentali della razza.
Informare, preferibilmente per iscritto, l’acquirente sulla genealogia, sull’alimentazione, i trattamenti antiparassitari e immunizzanti effettuati, e fornire indicazioni e consigli per una corretta socializzazione.



* Qualora si volesse far riprodurre una femmina con più di sette anni di età è necessario sottoporla preventivamente a un’accurata visita veterinaria affinchè ne venga attestata la buona salute. L’ACCP si riserva di richiedere che la visita venga effettuata da un proprio veterinario di fiducia.
Nel caso per distrazione e/o sbaglio dell’allevatore la femmina dovesse accoppiarsi al primo calore, l’ACCP registrerà ugualmente la cucciolata ma l’allevatore dovrà pagare una sanzione pecuniaria pari a euro 200,00. L’ACCP si riserva inoltre la facoltà di richiedere la diagnosi di parentela dell’intera cucciolata. Nel caso l’episodio dovesse ripetersi, l’allevatore perderà l’affisso.

Per presa visione

Data.......................................Firma........................................................................


N.B. L’ACCP si riserva il diritto di apporre modifiche e implementazioni al presente codice etico qualora lo ritenesse necessario.


Per accettazione

Data........................................Firma........................................................................


                                    2/2


  download CODICE ETICO ALLEVATORE ACCP.pdf 18 kb
  download CODICE ETICO ALLEVATORE ACCP.doc 29 kb






22/10/2020
REGOLAMENTO GARE ACCP 2020_allegato .pdf
Il presente REGOLAMENTO GARE ACCP, valido da gennaio 2020, è stato regolarmente pubblicato sull’Organo di Stampa Ufficiale di ACCP – Canidapresa, nel caso specifico il n.1/2020 della rivista Canidapresa.Magazine. "L'emergenza Covid ha provocato una sospensione degli show per oltre 5 mesi, penalizzando soprattutto gli aspiranti al titolo di ACCP Promising. Pertanto quest'anno, in via eccezionale, saranno ritenuti validi ai fini del conseguimento del titolo di ACCP Promising i punti conseguiti fino all'età di 16 mesi." In allegato il .pdf da stampare.

24/09/2020
AMERICAN BULLY: perché registrarli in ACCP
AMERICAN BULLY: PERCHE’ REGISTRARLI IN ACCP L’Associazione Culturale Cani da Presa è stata fondata nel 1996. E’ l’Associazione italiana con un registro specifico per le razze da presa non riconosciute dall’FCI che vanta più anni di storia e il maggior numero di iscritti. ACCP, che ha iniziato a effettuare test del DNA e diagnosi di parentela nel 2004, DAL 2014 RICHIEDE OBBLIGATORIAMENTE, PER CHIUNQUE VOGLIA REGISTRARE UNA CUCCIOLATA, IL DEPOSITO DEL DNA DI ENTRAMBI I GENITORI. Il deposito del DNA dei riproduttori rappresenta una fondamentale garanzia di veridicità del pedigree. Non solo, tutti i soggetti che conseguono un titolo in ACCP, hanno l’obbligo di effettuare un test completo del DNA, con eventuale diagnosi di parentela. I pedigree ACCP, che riportano sei generazioni, indicano oltre al deposito o al test DNA, anche gli eventuali esami a cui il cane è stato sottoposto (displasia, ecocardio, atassia, ecc.) e i titoli conseguiti nei tre circuiti finora più significativi per la razza (ABKC, EBKC, IBKC). E’ possibile convertire in ACCP il pedigree del vostro american bully dai seguenti registri: ABKC, EBKC, IBKC. ACCP, da sempre attenta alla salute e al benessere animale, non accetta iscrizioni di american bully exotic. Chi fosse interessato può scrivere a info@canidapresa.com oppure chiamare il numero 334.1646083.

11/06/2020
Corso di HANDLING con Richard Hellman





16/01/2020
CALENDARIO MANIFESTAZIONI ACCP 2020
Calendario ufficiale ACCP show 2020. N.B. nel corso dell'anno il calendario potrebbe subire qualche modifica.
KALEIDOS srl info@canidapresa.com Tel. 0161.478283 P.IVA 09372180019 N. REA: To - 1046522 Capitale sociale: euro 10.000 i.v.